Dizionario: diaprato

Da Armoriale.

termine utilizzato come vezzeggiativo artistico; screziature, non necessarie, del campo, o dello smalto di talune pezze: ve ne sono di tradizionali da conservare.

Molti araldisti preferiscono il termine diaprato direttamente derivato dall'originale francese, altri preferiscono invece rabescato. Spesso il diaprato non appartiene alla blasonatura originale dello stemma, ma è stato solo introdotto dal disegnatore per ingentilirne l'aspetto; questa modalità di rappresentazione era frequente nel Seicento e nel Settecento.

Bibliografia

  • "Vocabolario araldico ufficiale", a cura di Antonio Manno – edito a Roma nel 1907.